Limone

Il limone appartiene alla famiglia delle Rutacee e cresce su alberi sempreverdi e con molte spine. Gli alberi di agrumi fioriscono e danno frutti solo una volta all’anno. I limoni, invece, fioriscono e danno frutti durante tutto l’anno. Un limone può, dunque, fiorire e avere contemporaneamente frutti maturi e acerbi.

I limoni hanno un sapore straordinariamente acido. Questo non sorprende visto che la polpa, di un giallo delicato, contiene molti acidi di frutta, in particolare l’acido citrico e l’acido ascorbico, quest’ultimo meglio conosciuto con il nome di vitamina C. Quattro limoni coprono il fabbisogno giornaliero di vitamina C, nonostante esistano altri frutti ricchi di vitamina C molto più gradevoli da mangiare (40 g di ribes coprono il fabbisogno giornaliero di vitamina C). In fondo i limoni non vengono mangiati come frutti. In cucina è impiegato perlopiù il loro succo o la buccia, che aromatizzano superbamente le salse più svariate, nonché piatti di carne e pesce, torte e dessert.

Stagione: disponibili tutto l’anno


Tabella dei valori nutritivi

per 100 g di parte commestibile
Energia Sostanze nutritive Sostanze minerali Vitamine
23 kcal Proteine 0,8 g Sodio 4 mg Betacarotene < 1 µg
96 kJ Grassi 0,5 g Potassio 153 mg B1 0,05 mg
  Carboidrati 2,9 g Calcio 25 mg B6 0,07 mg
  Fibre alimentari 2 g Fosforo 18 mg C 52 mg
    Magnesio 16 mg E 0,75 mg
       

Energia: 23 kcal, 96 kJ

Sostanze nutritive: Proteine 0,8 g, Grassi 0,5 g, Carboidrati 2,9 g, Fibre alimentari 2 g

Sostanze minerali: Sodio 4 mg, Potassio 153 mg, Calcio 25 mg, Fosforo 18 mg, Magnesio 16 mg

Vitamine: Betacarotene < 1 µg, B1 0,05 mg, B6 0,07 mg, C 52 mg, E 0,75 mg

L’avrebbe saputo?

… grazie al suo elevato tenore di acidi, il succo di limone evita che altri frutti o altre verdure, come le mele, assumano una colorazione marrone.

1 porzione corrisponde

2 limoni